lunedì 29 luglio 2013

Hai prenotato con Groupon? preparati all'overbooking. Il turismo calpestato

Capire il crowdsourcing
Come ogni anno la Sardegna turistica (e mai quella delle alte sfere amministrative, che si perde in figuracce con Grana Padano) lotta per portare i turisti negli hotels. Ma in qualche resort di San Teodoro ( l'ottimo Resort Grande Baia, struttura con la quale ho peraltro collaborato) si è creato il paradosso di Groupon, vedremo sotto perchè paradosso (o anche di Phone&Go se preferite); preferisco dare i nomi alle cose, visto che non siamo a colpevolizzare nessuno, ma a cercare di spiegare i limiti di un sistema Turismo alla frutta, dove gli stessi manager si prendono grandi rischi, pur di riempire gli hotels con i coupon.

Hai comprato un buono in gruppo (crowdsourcing) su Groupon per la tua vacanza in Sardegna ed hai giustamente fatto un evidente affare, non sei un pollo (perchè mai acquistare su internet al 50% dovrebbe essere da polli?, pollo è chi non lo sa fare).

Sei Groupon, the money-saving website, al di là delle critiche sul tuo business model, fai bene il tuo lavoro di pubblicità locale.

Due parole sulla piattaforma Groupon, per spiegare cos'è. Da un lato ci sono i consumatori locali che acquistano i coupon, dall’altra, i commercianti locali: hotel, ristoranti, centri benessere, imprese, servizi. In questo modello di business, i commercianti non sono partner di Groupon, ma sono veri clienti, infatti, non hanno un’offerta accessoria a quella di Groupon, ma sono i protagonisti del modello. Tolti i commercianti la piattaforma non funziona.

Groupon viene visto dai commercianti come un potente (e nuovo!) strumento di pubblicità locale, i cui costi sono sostenuti solo per clienti acquisiti. La relazione di CRM è chiaramente basata sul risparmio, sul low cost e sulla fiducia (trust) che il brand Groupon ha costruito, facendo da garante per le offerte proposte.

Quindi l'overbooking in hotel è colpa di Groupon o di chi non conosce (e non studia gli strumenti che usa, CLTV compreso) in hotel il funzionamento di Groupon? lascerei da parte i consumatori, che del giallo, mi sembrano i sicuri innocenti.

Concludendo, le offerte attraverso Groupon generano perdite consistenti (si viaggia sul 25% dei ricavi standard). Il potente advertising di Groupon permette di allargare la base clienti, ma può distruggere i profitti se un commerciante non avesse già progettato azioni per massimizzarne i ritorni.

Il paradosso per il resort è completo. Ha generato perdite coi coupon, ha generato sfiducia nei clienti vittima di over booking, si è fatto cattiva pubblicità (leggere su TripAdvisor) e ha dato impressione di una precaria gestione di marketing.

www.keyweb.it, il marketing intelligente per il tuo e-business in Sardegna.

giovedì 25 luglio 2013

SEO per siti web multilingua: russo e altro

Nell'applicazione di tecniche SEO su siti web multilingua e in particolare, quando l'ottimizzazione SEO è su un sito in russo, ci sono molti fattori da considerare e la localizzazione è un elemento fondamentale.

yandex
Mentre per lingue come il francese, inglese e il tedesco è ancora possibile applicare strategie SEO simili, con Google che rimane il motore di ricerca numero uno per questi paesi, quando la realizzazione del un progetto SEO è in russo o cinese, occorre indirizzare gli sforzi in altre direzioni, in quanto Google non è il motore di ricerca di riferimento per quei paesi. Quando ottimizziamo un sito per il mercato russo, la preoccupazione principale sarà quella di utilizzare tecniche di SEO che funzionino su Yandex, ma anche su Google.ru. Nel corso degli anni passati, Google ha accusato problemi sul mercato russo, cosa che ha spinto gli utenti web all'utilizzo di Yandex, che è il leader dei motori di ricerca russi, con una quota di quasi il 70% del mercato in Russia.

Perché Yandex utilizza la lingua russa meglio di Google?
Non sono certo i caratteri cirillici che creano problemi a Google, pur essendo una limitazione. La problematica sta più all'interno della struttura linguistica russa. La parte critica si trova all'interno delle desinenze delle parole in russo. Google ha investito molto dal 2008, tuttavia, è ancora in ritardo.

Yandex si avvale di tecniche di apprendimento automatico, in base al quale poi, le persone incaricate di esaminare i siti giudicano e determinano le SERP. MatrixNet di Yandex è il metodo di apprendimento automatico, che permette di generare il ranking con fattori molto complessi. Questo è il nostro competitor principale, quando andiamo a formulare la strategia SEO per un sito in russo.


Direi di ricordare sempre di:
  • Avere un sito di qualità
  • Assicurarsi che il sito abbia contenuti unici e scritti bene
  • Avere link di buona qualità che puntino al sito
  • Yandex non è "come Google" ed i link a pagamento, vengono tollerati
  • Puntare tutto sul creare grandi quantità di contenuti

 Scopri keyweb, tutta sostanza di web marketing.