mercoledì 16 gennaio 2013

Il bounce rate del tuo sito web è un indicatore importante

La frequenza di rimbalzo (bounce rate) è un modo per misurare la qualità del tuo sito, l'attinenza delle parole chiave o l'appeal del layout.

Se fai un sacco di marketing sui social network, probabilmente ottieni un aumento di traffico, ma anche una frequenza di rimbalzo elevata; anche campagne Adwords troppo generiche generano aumento di bounce rate. L'obiettivo è un tasso inferiore al 40%.

I nostri consigli utili:


1) T
he content is king. Quindi assicuratevi di pubblicare contenuti di qualità, nuovi e senza copiare il contenuto da altri siti, blog o wikipedia. Pochi contenuti, scritti da te e pertinenti al tuo sito web.

2) Web design. Una grafica gradevole è forse il più importante strumento per ridurre la frequenza di rimbalzo su un sito. La maggior parte dei visitatori che rimbalzano sono sconcertati da una grafica fuori luogo, non conforme o non professionale (rivolgiti ad una buona web agency!).
3) Dimensione carattere
. Selezionare un carattere adatto e leggibile favorisce la lettura e da respiro ai contenuti. In generale è necessario un font compatibile con tutti i browser e di facile lettura. Molta attenzione anche al giusto contrasto fra sfondo e caratteri.

4) Il tempo di caricamento del sito web
. Non è solo un fattore SEO, ma una cosa assolutamente pratica e di usabilità. Elimina le immagini pesanti o i video dal tuo sito (max 80-90 kb per immagine) e pubblica il sito su un fornitore di hosting serio e professionale.


5) Articoli correlati.
Il web è nato sull'iperlinking dei contenuti, clicco su una parola e cambio pagina; aiuta il lettore a capire meglio i tuoi testi inserendo link sulle parole interessanti e che esplicano meglio il significato in altre pagine.
6) Belle immagini. Immagini di buone dimensioni e belle attraggono i lettori più di qualsiasi testo. Le foto sono un modo per coinvolgere i visitatori in modo da rimanere più a lungo sul sito e se sono tue, saranno ancora più curiose e interessanti.

7) Collegamenti esterni
. Fate attenzione a inserire links a pagine esterne, facendo uscire le persone. Questi punti di uscita per l'utente possono essere punti di non ritorno. Inserisci i links esterni in una pagina dedicata alla risorse esterne. Ricorda sempre di aprire i collegamenti esterni in una nuova finestra del browser.